I soggetti allergici alle polveri sono tenuti ad adottare scrupolosamente una serie di intense misure di pulizie e di bonifica. Ciò che comunemente viene indicato banalmente e genericamente come polvere è in realtà un composto costituito da terra, calcinacci, polvere di vernici e tessuti, residui di insetti batteri e muffe, peli di animali ecc ...
Questi residui si accumulano facilmente nei punti poco accessibili ai consueti e comuni strumenti di pulizia, quali scope ed aspirapolveri e la loro presenza sembra perseverare anche dopo la più accurata delle pulizie domestiche.

La ragione è da ricondurre alla tenacia di alcuni microscopici acari denominati dermatophagoidi, microrganismi del tutto invisibili ad occhio umano che vivono nella polvere nutrendosi di residui organici.
L’esposizione agli acari, in assenza di un generoso e rigoroso intervento di pulizie, può rappresentare un problema anche molto serio. È quindi molto importante eliminare gli acari, risultato questo che può essere meglio conseguito rivolgendosi ad una valida impresa di pulizie.
La strategia vincente, in ogni caso, deve prevedere svariati interventi finalizzati a debellare gli acari e scongiurarne la prolificazione. Eccone di seguito suggerito qualcuno.

1. L’ ambiente ottimale di crescita degli acari delle polveri è rappresentato dalle camere da letto e da tutti quegli ambienti ove è possibile rinvenire soglie di umidità ottimali.
Le lenzuola e le federe andrebbero lavate almeno una volta la settimana con acqua calda sopra i 55°.
E’ consigliabile fare uso di acaricidi specifici, a norma di legge, cercando di evitare l’abuso.
Pareti e pavimenti vanno puliti a fondo facendo uso di disinfettanti specifici che non producano eccessiva umidità.

2. Le parti in legno ospitino famiglie di micro-organismi cross reagenti con gli acari della polvere che rendono indifferibile una specifica opera di pulizia e bonifica.
In presenza di macchie di umidità in casa (muffe) è preferibile combatterle energicamente ed immediatamente poiché sono pericolosissime per le vie aeree specie per i soggetti affetti di rinite, avendo l’accortezza di utilizzare prodotti anallergici.

3. Negli ambienti in cui si coabita con animali domestici, in particolare il gatto maschio, le pulizie dovranno essere affrontate con accorgimenti particolari: difatti gli acari della polvere trovano nel pelo del gatto il loro migliore nido. E’ dunque opportuno utilizzare un filtro HEPA per l'aspirapolvere. Trattasi di un filtro di qualità superiore in grado di catturare gli allergeni e così prevenire le reazioni allergiche. E’ altresì necessario avvalersi di un aspirapolvere altamente professionale, possibilmente specificamente pensato per aspirare i peli e le cellule morte degli animali.

4. Ed ecco toccato un tasto dolente, quello delle pulizie di sgabuzzini e lampadari.
È proprio vero, si tratta dei luoghi in cui le nostre pulizie, per quanto meticolose, tardano a fare la loro generosa e puntuale presenza. Di fatto è realmente impegnativo: bisogna dotarsi, per la pulizia dei lampadari, di una scala, di tanta attenzione, di buona volontà e dei giusti strumenti onde evitare di rigare il lampadario, fragile per antonomasia.
Anche gli sgabuzzini, con il loro puntuale disordine, solo apparentemente ameni ed immuni dal “nemico”, sono invece ricettacolo di polveri anche molto abbondanti.

Nel caso ci si renda conto che non si è in grado, da soli, di eseguire un intervento a regola d’arte il consiglio resta quello di rivolgersi ad una buona impresa di pulizie che abbia maturato esperienza necessaria per affrontare ogni tipo di servizio, per tutti gli ambienti e per tutte le superfici, sia orizzontali che verticali.
Perché pulizia è sinonimo di ordine e bellezza ma, soprattutto, di salute.

 

cookie informativi

I cookie sono piccoli file produtti dal server del sito visitato che vengono scaricati e memorizzati nel disco rigido del computer dell'utente tramite il browser quando lo si visita. I cookie possono essere utilizzati per raccogliere e memorizzare i dati utente durante la navigazione per offrire servizi come il login al sito, una condivisione su social network ecc.. Possono essere essere di natura duratura e rimanere nel pc dell'utente anche dopo la chiusura della sessione dell'utente o svanire dopo la chiusura di essa. I cookie possono del sito che si visita (locali) o di terze parti.

Ci sono diversi tipi di cookie:

  • Cookie tecnici che facilitano la navigazione degli utenti e l'utilizzo delle varie opzioni o servizi offerti dal web, come identificare la sessione, consentire l'accesso a determinate aree, facilitano gli ordini, gli acquisti, la compilazione di moduli, la registrazione, sicurezza, facilitando funzionalità (come ad esempio la visione di video ecc...),
  • Cookie di profilazione che consentono agli amministratori di tracciare le attività degli utenti e di mandar loro pubblicità mirata,
  • cookie di terzi parti che consentono l'integrazione del sito con servizi come i Social Network (cookie sociali) per permetterne la condivisione, cookie flash per la visione di video ecc...

Quindi, quando si accede al nostro sito web, nel rispetto della Direttiva UE 2009/136/CE e del provvedimento 229 dell'8 maggio 2014 del garante della privacy, l'utente ci autorizza all'utilizzo dei Cookie. Tutto questo è per migliorare i nostri servizi. Usiamo Google Analytics per raccogliere informazioni statistiche anonime come il numero di visitatori del nostro sito. I cookie aggiunto da Google Analytics sono disciplinate dalle norme sulla privacy di Google Analytics. Se volete potete disabilitare i cookie di Google Analytics.

Tuttavia, si ricorda che è possibile abilitare, disabilitare, limitare l'utilizzo e cancellare automaticamente i cookies seguendo le istruzioni del tuo browser.