L'estate è il periodo più rischioso dal punto di vista sanitario. E’ proprio in questa stagione che si rendono necessarie opere di pulizia davvero profonde e meticolose: l’aumento della temperatura rappresenta, infatti, il pericolo principale per la prolificazione di germi e batteri.

Il ripostiglio è uno dei vani più utili della casa: ci consente di mantenere, sapientemente celati alla vista, quegli oggetti che al momento non ci servono, ma che potrebbero esserci utili in futuro e che pertanto facciamo stazionare (per anni) in questo luogo.

Ivi trovano anche collocazione quegli oggetti tipicamente stagionali (ombrellone da mare, sdraio, bici): non esiste ripostiglio che possa dirsi tale che non contenga questi oggetti menzionati. E cosa dire delle dispense, che, proprio nel periodo estivo, vedono l’inaspettata assurda presenza di cibi di ogni genere?

Le pulizie sono una routine, e come tale talvolta si danno per scontate; imparate controvoglia da adolescenti per tenere in ordine la nostra cameretta e far contenti i nostri genitori, queste tecniche basilari non verranno mai messe in discussione dalla maggior parte di noi. Ma i possibili errori sono tanti, e potrebbero rovinare anche gli sforzi e le intenzioni migliori senza che noi ce ne accorgiamo. Ecco una lista dei 5 errori più comuni e alcuni suggerimenti su come evitarli.

Chi lo avrebbe mai detto: roba da non credere.

Vogliamo prendere in prestito quest’affermazione tipica del linguaggio comune per denunciare alcune insospettabili conseguenze derivanti da una pulizia eseguita in maniera scarsa e/o approssimativa nel periodo estivo.

Ci accingiamo a portare di tutto nelle nostre case per vacanza: farmaci, cerotti, disinfettanti per ferite.

E’ giusto e legittimo, ma forse dovremmo stare molto attenti e solleciti anche nei riguardi delle pulizie di casa: queste amate dimore, soprattutto nel periodo estivo, possono rendersi infatti ricettacolo di insospettabili minacce alla nostra salute.

Se igiene, ordine e pulizia sono determinanti nell’alveo dei nostri ambienti domestici possiamo immaginare quale importanza essi rivestano in ambienti di lavoro quali aziende agro-alimentari, uffici, scuole, aeroporti e, più in generale, in tutte le tipologie di ambienti con alto indice di formazione dello sporco che necessitano di un adeguato standard qualitativo di igiene.

I soggetti allergici alle polveri sono tenuti ad adottare scrupolosamente una serie di intense misure di pulizie e di bonifica. Ciò che comunemente viene indicato banalmente e genericamente come polvere è in realtà un composto costituito da terra, calcinacci, polvere di vernici e tessuti, residui di insetti batteri e muffe, peli di animali ecc ...
Questi residui si accumulano facilmente nei punti poco accessibili ai consueti e comuni strumenti di pulizia, quali scope ed aspirapolveri e la loro presenza sembra perseverare anche dopo la più accurata delle pulizie domestiche.

Croce e delizia delle donne ed, oggi, anche degli uomini, intenti a ritagliare spazio del loro prezioso tempo da dedicare alla cura della propria casa, le pulizie rappresentano un’operazione, per alcuni, ritenuta elementare, così elementare che anche un bambino sarebbe in grado di assolverle.
C’è da chiedersi però se le persone che la pensano così abbiamo mai messo piede dentro un negozio di vendita prodotti per l’igiene della casa, scegliere i giusti prodotti per la pulizia della casa è fondamentale.
L’offerta di prodotti per la pulizia della casa è spaventosa, lascia senza parole ... è di tali vastità da disorientare.
La scelta non può certo essere rimessa al caso: i danni che il nostro arredo ed i nostri bagni subirebbero per effetto di una nostra leggerezza sono facili da immaginare.
Come districarsi dunque al meglio in questa rete di incredibili offerte?
Ecco di seguito qualche consiglio utile a fare una scelta mirata a selezionare i prodotti giusti per ogni tipo di necessità.

Le cadute in terra vengono spesso sottovalutate dagli operatori di pulizie industriali e domestiche.
Procedure non idonee per la pulizia dei pavimenti, utilizzo di disinfettanti e detersivi non conformi e mancata rimozione degli stessi possono condurre a danni di non poco conto, che gravano sulle casse dello Stato, dei lavoratori e dell’economia in genere, atteso che gli infortuni sul lavoro, nonché quelli domestici, sono tra le prime cause di assenze sul lavoro.
Un rischio che riguarda tutti, una questione di civiltà e di rispetto in fondo.

Le pulizie di casa sono tra le incombenze più antipatiche – ma, purtroppo, più frequenti – che si possano affrontare. Molti le fronteggiano alla stregua di un lavoro, e proprio per questa ragione sono tantissime le persone che procrastinano e rimandano per giorni e giorni, arrivando alla fine a dover far fronte al doppio della sporcizia e del lavoro. E dunque, parliamone: come sostenere le pulizie di casa senza drammi di sorta?
Anzitutto, se si ha una famiglia più o meno numerosa, potrebbe essere buona norma creare un piano settimanale in cui ognuno, in relazione alle proprie possibilità, possa dare una mano. Portar fuori la spazzatura la domenica è compito del figlio maggiore, pulire la lettiera del gatto è compito del figlio minore, il sabato vostro marito dovrà dedicarsi alla pulizia dei bagni, e così via. Se si hanno dei figli è un ottimo modo per responsabilizzarli, e il tutto alleggerirà considerevolmente il vostro carico di lavoro.
A questo punto: okay, abbiamo creato il nostro piano d'azione per mettere a punto le nostre pulizie di casa ... ma dalla teoria alla pratica c'è molta differenza. Come continuare?

Sottocategorie

 

cookie informativi

I cookie sono piccoli file produtti dal server del sito visitato che vengono scaricati e memorizzati nel disco rigido del computer dell'utente tramite il browser quando lo si visita. I cookie possono essere utilizzati per raccogliere e memorizzare i dati utente durante la navigazione per offrire servizi come il login al sito, una condivisione su social network ecc.. Possono essere essere di natura duratura e rimanere nel pc dell'utente anche dopo la chiusura della sessione dell'utente o svanire dopo la chiusura di essa. I cookie possono del sito che si visita (locali) o di terze parti.

Ci sono diversi tipi di cookie:

  • Cookie tecnici che facilitano la navigazione degli utenti e l'utilizzo delle varie opzioni o servizi offerti dal web, come identificare la sessione, consentire l'accesso a determinate aree, facilitano gli ordini, gli acquisti, la compilazione di moduli, la registrazione, sicurezza, facilitando funzionalità (come ad esempio la visione di video ecc...),
  • Cookie di profilazione che consentono agli amministratori di tracciare le attività degli utenti e di mandar loro pubblicità mirata,
  • cookie di terzi parti che consentono l'integrazione del sito con servizi come i Social Network (cookie sociali) per permetterne la condivisione, cookie flash per la visione di video ecc...

Quindi, quando si accede al nostro sito web, nel rispetto della Direttiva UE 2009/136/CE e del provvedimento 229 dell'8 maggio 2014 del garante della privacy, l'utente ci autorizza all'utilizzo dei Cookie. Tutto questo è per migliorare i nostri servizi. Usiamo Google Analytics per raccogliere informazioni statistiche anonime come il numero di visitatori del nostro sito. I cookie aggiunto da Google Analytics sono disciplinate dalle norme sulla privacy di Google Analytics. Se volete potete disabilitare i cookie di Google Analytics.

Tuttavia, si ricorda che è possibile abilitare, disabilitare, limitare l'utilizzo e cancellare automaticamente i cookies seguendo le istruzioni del tuo browser.